Un buon guardaroba dovrebbe risolverci i problemi quando lo apriamo per prepararci al mattino, non farci venire voglia di richiuderlo all’istante perché anche oggi “proprio non sappiamo cosa metterci!!!”. E invece il più delle volte si guarda nel proprio armadio con aria sconsolata, sopraffatte spesso dalla confusione di mille cose una sopra l’altra, desiderose di trovarci qualcosa che indossandola ci faccia sentire in ordine (con tutto quello che ci siamo comprate e abbiamo speso negli anni, cavolo!!!) … Eppure alla fine è un vuoto di insoddisfazione ad avere la meglio e si ripiega di nuovo sulle solite cose che indossiamo senza particolare gioia.

Non è una leggenda quella che le le donne dicano spesso che non hanno niente da mettere benché abbiano passato gran parte della propria vita ad acquistare abbigliamento e accessori.

E’ vero invece che la maggior parte di noi donne indossa SOLAMENTE il 30% di quello che possiede, e questo dà e deve darci da pensare rispetto a come spendiamo i nostri soldi e al risultato (il più delle volte, ahimè, scarso!) che otteniamo agendo come siamo abituate a fare.

Un guardaroba intelligente dovrebbe contenere capi che sappiamo come abbinare, ci piacciono e ci valorizzano… Perché la realtà è così diversa? Perché quello che acquistiamo ci sembra così bello sul manichino ma una volta appeso sulla gruccia del nostro armadio perde miseramente il suo fascino accanto a tutto il resto? Esiste un modo semplice e funzionale per organizzare il proprio guardaroba e renderlo un alleato fedele nelle nostre mattine frenetiche? Quale criterio è più conveniente seguire per razionalizzare i prossimi acquisti?

Praticità, organizzazione, efficienza e ottimizzazione dello spazio e del budget di spesa per il nostro abbigliamento sono risultati che si possono facilmente raggiungere con un metodo altrettanto semplice che ci permette di strutturare o riorganizzare il nostro guardaroba in maniera efficiente, pratica e incredibilmente godibile. 

 

Capsule Wardrobe: ecco il segreto!

La capsule cos’è esattamente? La capsule è anzitutto un modo di concepire il nostro guardaroba non come un contenitore dove accumulare oggetti in successione ma come un nucleo funzionale e versatile a cui attingere in maniera fluida e serenamente consapevole.

La capsule wardrobe consiste nel creare una base con un numero minimo di capi essenziali, perfettamente abbinabili tra di loro, in modo da poter realizzare il maggior numero di outfit possibili, sfruttando ciascun pezzo nelle diverse combinazioni.

Per creare una buona capsule dobbiamo seguire queste linee guida:

  • Colori: è indispensabile che i capi e gli accessori seguano la medesima palette e questa deve corrispondere e assecondare imprescindibilmente i vostri.

Partendo dai “colori base” dei capi spalla, andando poi ad aggiungere colori complementari o analoghi e le fantasie, il tema comune per la scelta delle nuance rimane sempre l’armonia cromatica che si deve mantenere rispetto alle vostre caratteristiche naturali.

  • Essenzialità’: la capsule parte davvero da pochi pezzi ma “giusti” e in numero inversamente proporzionale all’importanza e alla versatilità (ad esempio: 1 capo spalla, 2 pantaloni o gonne; 3 camicie, bluse o t-shirt e così via).

La forza della capsule sta proprio nel fatto che con un numero anche esiguo di capi, compresi scarpe e borse, è possibile creare un outfit diverso per ogni giorno della settimana. Anche nella suddivisione del budget di spesa va tenuta in considerazione la proporzione che c’è tra il numero di occasioni d’uso di un capo e la cifra che è più conveniente investire.

  • Versatilità: tutto deve stare bene con tutto ed essere adatto a più occasioni possibili.

Meglio evitare pezzi eccessivamente particolari o stravaganti che possono essere utilizzati di rado e in combinazioni spesso vincolanti; niente di troppo casual o troppo elegante o non in linea con lo stile che ci rappresenta.

  • Conguenza rispetto il proprio stile di vita: i capi e gli accessori devono essere funzionali e coerenti con il tipo di lavoro che si svolge e con le attività più frequenti nella propria quotidianità.

Non ha senso possedere tanti capi sportivi se si lavora in ufficio 12 ore la giorno e non si riesce a dedicare molto tempo all’attività fisica o spendere cifre considerevoli per un abito elegantissimo e scintillante se non si hanno molte occasioni mondane!

  • Coerenza con il proprio stile personale: oltre che la medesima palette cromatica, i vari capi devono seguire lo stesso stile, quello che ci rappresenta davvero e nel quale siamo maggiormente a nostro agio.

Salvo voler sperimentare ogni tanto qualche azzardo di mix & match, la capsule ha senso se fa riferimento ad una linea stilistica definita per potersi avvantaggiare della funzionalità per cui viene creata.

Una volta messa una buona base che ci permette di scongiurare ogni mattina il “panico-da-cosa-mi-metto?”, possiamo anche permetterci di aggiungere a piacere tocchi di fantasia e creatività, quando ne abbiamo voglia, o quando ci capita qualche occasione ghiotta di shopping da non lasciarsi sfuggire!