Se volessimo darle una definizione, la consulenza di immagine si occupa del miglioramento dell’aspetto esteriore generale di una persona tramite l’abbigliamento, il modo di presentarsi  e il modo di comportarsi. In buona sostanza la consulenza di immagine si occupa di tutto quello che riguarda la comunicazione non verbale… Qualcuno di voi ne ha sentito parlare?!?

Forse avrete letto da qualche parte che durante il primo incontro con una persona gli elementi che influenzano immediatamente il giudizio e l’opinione riguardano, in percentuale prossima al 90%, la sfera della comunicazione non verbale, il che significa che ognuno di noi giudica e viene immediatamente giudicato in base all’immagine che viene trasmessa agli altri. Questo primo giudizio scaturisce quindi dall’impatto che l’immagine determina negli individui, indipendentemente dal valore o dalle caratteristiche personali sia del “giudicante” che del “giudicato” poiché è un meccanismo che si innesta automaticamente entro i primissimi secondi di contatto.

Se quindi l’immagine che noi presentiamo agli altri non è coerente con ciò che siamo o non è adeguata rispetto al contesto, rischieremo inevitabilmente di dare delle informazioni sbagliate su noi stessi e su quello che vogliamo trasmettere e saranno necessari diversi incontri successivi per smentire o modificare nell’opinione altrui quanto abbiamo inconsapevolmente dato l’impressione di essere.

Questo aspetto della questione “immagine” è davvero determinante in ambito lavorativo perché, come spesso si dice, “non c’è una seconda occasione per fare una buona prima impressione” e quando questo riguarda la possibilità o meno di un’assunzione, dell’acquisizione di un nuovo cliente o dell’avvio di una partnership vantaggiosa è indubbio quanto sia importante che anche il nostro aspetto “racconti” quanto siamo competenti, affidabili, professionali, idonei anziché insinuare dei dubbi sul contrario.

Ma la stessa cosa vale anche e soprattutto per quello che riguarda la nostra sfera personale e il rapporto con noi stessi.

Ricordiamoci sempre che il primo giudizio su di NOI siamo NOI stessi a darlo e spesso lo facciamo in maniera molto critica se non addirittura spietata!

Siate onesti: quando vi preparate per uscire e vi guardate allo specchio vi complimentate mai con voi stessi? Siete soddisfatti dell’immagine che vi ritorna?

Se la risposta è negativa sappiate che molto spesso dipende dalla quantità di benevolenza che siamo disposti a “concedere” a noi stessi; ma può dipendere magari anche da delle difficoltà oggettive, o, più semplicemente, dal fatto che non sappiamo cosa ci stia meglio addosso e con quali criteri scegliere il nostro abbigliamento.

Più spesso si seguono le mode e le tendenze, ci si fa guidare dalle pubblicazioni sulle riviste, ci si affida allo sconfinato mondo del “chi più ne ha, più ne metta” del web o ai consigli dell’amica/amico fashion addicted o si segue, per non sbagliare, il filone di tendenza accettato uniformemente nell’ambiente che frequentiamo. 

La consulenza di immagine, al contrario, inverte questo processo di “ricerca alla rinfusa” e parte dalla persona che siamo e dalle nostre caratteristiche peculiari (sia fisiche che caratteriali) permettendoci di capire cosa “funziona” su di noi e su quali elementi lavorare per individuare il look adatto a noi.

La consulenza di immagine professionale lavora con un metodo oggettivo che ci permette di riconoscere i nostri pregi e ci insegna a valorizzarli, aiutandoci a far emergere la nostra personalità, il nostro stile o quegli aspetti di noi che abbiamo il desiderio di esprimere, nella misura e nelle dosi che noi decidiamo, utilizzando la moda al nostro servizio e mai viceversa!

E lavorando per portare fuori quello che c’è dentro, spesso si fa molto di più che creare un look…!